GOODNIGHT, PEEPING TOM

[2016]

ideazione e creazione Chiara Bersani azione Chiara BersaniMarta Ciappina, Marco D’Agostin, Matteo Ramponi organizzazione di produzione Eleonora Cavallo consulenza Chiara Fava distribuzione Giulia Traversi consulenza drammaturgica/ disegno luci Luca Poncetta collaborazione fotografica Giulia Agostini video Alice Brazzit produzione Associazione Culturale Tenuta dello Scompiglio (LU) con il sostegno di Gender Bender Festival (BO), Associazione Culturale Corpoceleste_C.C.00#, DanceB (MI).


Il lavoro è vincitore del Bando Assemblaggi Provvisori indetto dall’Associazione Culturale Tenuta dello Scompiglio.  


Goodnight, peeping Tom è un lavoro performativo che ambisce a dimostrare una tesi:


alla radice di ogni comportamento / desiderio sessuale

c’è una spinta sentimentale, una richiesta romantica.


Temi centrale della ricerca sono la potenza del desiderio e l’impetuosità dell’azione finalizzata ad appagarlo.

Nella leggenda Peeping Tom venne punito con la cecità per aver osato guardare, attraverso un foro nella persiana, Lady Godiva mentre cavalcava nuda attraverso il regno in segno di protesta per le tasse troppo alte.

Tom venne punito per il suo sguardo, per il suo desiderio.

Tom divenne peeping Tom e a lui furono attribuiti pensieri di perversione.


Con Goodnight, peeping Tom io desidero fargli un dono, risarcirlo dell’ingiustizia subita.

La performance si basa sulla creazione di una pratica finalizzara ad esplorare la ricerca continua di equilirio tra i nostri desideri e quelli dell'altro. I performer accoglieranno nello spazio performativo piccoli gruppi di spettatori rendendoli loro complici nella creazione di una rete di relazioni composta da sguardi, sospiri, civinanze e distanze, innamoramenti e addii, destinata a compiersi nell'arco di un tempo prestabilito.